seminario CF LAB 30Roma - martedì 30 maggio 2017 - h 9,30 - 13,30 -  presso Sala Assembleare di Federfarma - Via Emanuele Filiberto 190

 Seminario di alto livello, nell'ambito delle iniziative del Festival dello Sviluppo Sostenibile dell'AsVis, per presentare la bozza delle proposte per un “Manifesto di sostenibilità consumeristica”. Un nuovo approccio alla sostenibilità, una virtuosa interazione tra consumatore e impresa nell’assunzione delle reciproche responsabilità, verso un mercato sostenibile. Le proposte per i nuovi obiettivi della Sostenibilità Consumeristica sono state intrecciate con i Goal dell’Agenda 2030, fornendo stimoli per consumatori e imprese, al fine di consolidare la strada dello sviluppo sostenibile.

programma


Introduce
Mario Finzi - Presidente Consumers’ Forum


Modera
Ivo Ferrario - Direttore Comunicazione e relazioni esterne Centromarca

Interventi di
Enrico Giovannini - Portavoce Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (AsViS)
Leonardo Becchetti - Professore ordinario di Economia politica presso l'Università di Roma Tor Vergata

Discussants
Paolo Betto - Responsabile Rapporti istituzionali Federfarma
Stefano Crippa - Direttore Area Comunicazione e Ricerche Federdistribuzione
Alessandro Mostaccio -  Segretario Generale Movimento Consumatori
Pietro Praderi - Presidente Lega Consumatori
Oriana Perrone - Ph.D. - Direzione Generale Politica Industriale, Competitività e PMI - Esperto Divisione VI, politiche internazionali, promozione della responsabilità sociale d'impresa e del movimento cooperativo - Ministero dello Sviluppo Economico

Si presenteranno proposte per “UN MANIFESTO DELLA SOSTENIBILITA’ CONSUMERISTICA”. 

Sono previsti interventi dei partecipanti al Seminario.


light lunch

Diretta twitter
@ConsumForum     #SostenibilitàConsumeristica   #FestivalSviluppoSostenibile

---------------------------------

Posti limitati
accredito obbligatorio sino ad esaurimento posti - RSVP Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Per informazioni 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

---------------------------

MATERIALI

Leggi qui il Manifesto per una Sostenibilità Consumeristica a cura di Consumers' Forum

Leggi qui il Manifesto del consumatore socialmente responsabile a cura di Movimento Consumatori

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio

FORMAZIONE

Archivio

SOSTENIBILITÀ

Archivio

MANIFESTO DI SOSTENIBILITÀ CONSUMERISTICA

Approfondisci

PROTOCOLLI D'INTESA

Approfondisci

VOCE AI SOCI

Archivio

Vaccini in farmacia, siglato accordo quadro. Cossolo: “Importante riconoscimento per la categoria”

Con l’accordo quadro siglato tra Federfarma, Assofarm, Governo, Regioni e Province Autonome, le farmacie italiane si preparano a diventare centri di somministrazione dei vaccini anti-Covid, secondo quanto stabilito dal Dl Sostegni approvato il 19 marzo. Il documento definisce le regole del percorso formativo che abilita il farmacista alla vaccinazione, le misure logistiche necessarie per garantire la massima sicurezza ai cittadini e ai farmacisti, definendo le modalità operative della seduta vaccinale, dalla fase di prenotazione e accoglienza fino a quella di osservazione e gestione delle eventuali reazioni avverse post-somministrazione. “Si tratta di un importante riconoscimento all’impegno costante delle farmacie - commenta il presidente di Federfarma Marco Cossolo – che fin dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono rimaste sempre a disposizione dei cittadini, ampliando anche gli orari di apertura e potenziando la propria attività con nuovi servizi. Le farmacie aderiranno numerose anche a questa iniziativa – continua Cossolo - animate da quello spirito di servizio che da sempre le connota e che durante la pandemia è emerso con forza. Daranno così un contributo significativo al raggiungimento dell’obiettivo di ottenere al più presto una copertura vaccinale adeguata”.

Leggi tutto...

Webinar: "Secondo Censimento delle migliori pratiche nei Servizi Pubblici"

L’evoluzione dei centri urbani è sotto gli occhi di tutti, i bisogni dei cittadini sono in costante evoluzione e con essi sta cambiando la struttura delle città. La tutela dell’acqua e risparmio idrico richiedono acquedotti e sistemi di depurazione più efficienti; nei centriurbani emerge il bisogno di abbattere gli inquinanti da riscaldamento e di sviluppare la mobilità sostenibile; la digitalizzazione dei servizi implica l’installazione di nuove reti smart e l’esigenza di ridurre i rifiuti ci porta a nuove tecnologie per valorizzarli. Sono state queste le sfide che hanno coinvolto i gestori dei servizi pubblici: il censimento “Utili all’Italia” rende visibili i migliori progetti sul territorio messi in campo negli ultimi tre anni dalle oltre 450 aziende associate a Utilitalia. Giunto alla seconda edizione, “Utili all’Italia” è un vero e proprio compendio dei progetti più avanzati che stanno disegnando le città del futuro. Le buone pratiche delle impresedei servizi pubblici sono state suddivise in cinque aree di sviluppo: tutela delle risorse ambientali, valorizzazione del capitale umano, responsabilità sociale per le comunità innovazione tecnologica e utili in tempo di Covid-19.

Leggi tutto...