Sviluppo sostenibile: ASviS, gli oltre 700 eventi del Festival mostrano un Paese pronto per l’Agenda 2030. Ora serve che anche la politica si impegni con misure concrete

festival sviluppo sostenibile 2018Sviluppo sostenibile: ASviS, gli oltre 700 eventi del Festival mostrano un Paese pronto per l’Agenda 2030. Ora serve che anche la politica si impegni con misure concrete Il Portavoce, Enrico Giovannini: “Abbiamo triplicato gli eventi rispetto al 2017 e raggiunto oltre quattro milioni di persone solo attraverso i social. La seconda edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile è stata un grande successo, ha mobilitato la società civile in tutta Italia ed è un unicum nel panorama internazionale. Ora la politica, nazionale e locale, deve costruire, attraverso decisioni concrete, un percorso di sviluppo sostenibile per l’Italia e l’Europa”.

Leggi tutto...

Al via la seconda edizione del Festival italiano dello Sviluppo Sostenibile.

festival sviluppo sostenibile 2018Dagli stadi della Serie A alle stazioni ferroviarie, dalle università ai musei, dalle associazioni e le imprese alle scuole: l’intero Paese si mobilita per rendere visibile l’impegno per un futuro migliore: 17 giorni, dal 22 maggio al 7 giugno, incentrati sugli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu. Oltre 600 eventi su tutto il territorio nazionale organizzati dai 200 aderenti all’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) e da tanti altri soggetti della società civile #2030whatareUdoing #FestivalSviluppoSostenibile .

Leggi tutto...

EDISON FIRMA CON LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI IL NUOVO PROTOCOLLO DI AUTOREGOLAZIONE VOLONTARIA

EdisonCon l’adozione volontaria del protocollo, Edison introduce nuove misure, ancora più stringenti di quanto previsto dalla normativa a tutela del consumatore.

Migliorare costantemente la qualità dell’attività di vendita e rendere i controlli ancora più stringenti. Questo è l’obiettivo principale del rinnovo del protocollo di autoregolazione volontaria siglato oggi da Edison e i rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori del CNCU. Il rinnovo del protocollo conferma l’impegno di Edison nel perseguire il miglioramento continuo della qualità dei propri processi e prevenire i contratti e le attivazioni di fornitura di energia elettrica e gas non richieste.

Leggi tutto...

Fake News: Ue propone codice condotta per piattaforme digitali e rete di fact-checkers

fake newsLa Commissione europea ha proposto l’introduzione di un codice di condotta non vincolante per le piattaforme digitali con l’obiettivo di lottare contro le Fake News e la disinformazione online.

Leggi tutto...

New Deal for Consumers.

european commissionLa Commissione ha presentato l’annunciato "New deal", composto da due proposte di direttiva:

• una proposta che modifica la direttiva del Consiglio concernente le clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori, la direttiva relativa alla protezione dei consumatori in materia di indicazione dei prezzi dei prodotti offerti ai consumatori, la direttiva relativa alle pratiche commerciali sleali tra imprese e consumatori nel mercato interno e la direttiva sui diritti dei consumatori;

• una proposta concernente le azioni rappresentative per tutelare gli interessi collettivi dei consumatori e che abroga la direttiva 2009/22/CE relativa a provvedimenti inibitori a tutela degli interessi dei consumatori, intesa a facilitare i ricorsi dei consumatori quando questi si trovano in una situazione di ‘danno collettivo’.

Leggi tutto...

Sacchetti bio per l’ortofrutta, Consiglio di Stato: si possono portare da casa

fruttaverduraI consumatori potranno portarsi da casa i sacchetti di plastica per imballare frutta e verdura. A porre la parola fine (almeno si spera) ad una questione che ha tenuto banco dall’inizio di quest’anno è il Consiglio si Stato che nei giorni scorsi ha reso pubblico il parere che gli ha chiesto il ministero della Salute.

Leggi tutto...

Impresa sociale e Codice del Terzo Settore: via libera ai decreti correttivi

impresa socialeIl Consiglio dei Ministri ha approvato due decreti legislativi che introducono norme integrative e correttive della disciplina in materia di impresa sociale e del Codice del Terzo settore. Ecco le novità
 
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, ha approvato due decreti legislativi che, ai sensi della legge delega sulla riforma del Terzo settore (legge 6 giugno 2016, n.106), introducono norme integrative e correttive del decreto legislativo sulla revisione della disciplina in materia di impresa sociale (decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112) e del Codice del Terzo settore (decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117).
 
Ecco le due novità.
 
Impresa sociale
 
Gli interventi correttivi e integrativi previsti dal decreto riguardano essenzialmente l’utilizzazione dei lavoratori molto svantaggiati e dei volontari, l’adeguamento degli statuti delle imprese sociali e le misure fiscali e di sostegno economico.
 
In tale quadro, si prevede, tra l’altro, l’introduzione di un limite temporale ai fini del computo della quota di lavoratori definiti “molto svantaggiati” dipendenti dell’impresa sociale; la possibilità, per le ex Istituzioni di pubblica assistenza e beneficenza (IPAB) privatizzate, di acquisire la qualifica di impresa sociale; l’inserimento di una clausola di salvaguardia della normativa in tema di società cooperative, volta a garantire che le operazioni straordinarie avvengano nel rispetto delle finalità tipiche e dell’identità specifica dell’impresa sociale in forma cooperativa e l’introduzione di limiti più stringenti all’impiego di volontari nelle imprese sociali, con la previsione che l’azione dei volontari stessi debba essere aggiuntiva e non sostitutiva di quella dei lavoratori impiegati.
 
Sono inoltre previsti interventi correttivi sul versante fiscale, tra cui la previsione della non imponibilità delle somme destinate al versamento del contributo per l’attività ispettiva e delle somme destinate a riserva e, al contempo, della imponibilità di qualsiasi distribuzione di utili ai soci, anche qualora ciò avvenga sotto forma di aumento gratuito del capitale nei limiti delle variazioni ISTAT. Si introducono altresì modificazioni alla disciplina degli investimenti nel capitale delle imprese sociali, per precisare che gli investimenti agevolabili devono essere eseguiti dopo l’entrata in vigore del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, e che la qualifica di impresa sociale deve essere acquisita da non più di cinque anni. In questo modo, la disciplina viene allineata a quanto previsto dalla normativa sulle start-up innovative (art. 25 del decreto legge n. 179 del 2012), già approvata da parte della Commissione Europea.
 
Codice del Terzo Settore
 
Il decreto apporta alcune modifiche al Codice del Terzo settore, al fine di un migliore coordinamento con la normativa nazionale e regionale e tiene conto, inoltre, delle osservazioni formulate dagli stakeholder di riferimento.
 
Il provvedimento interviene in vari ambiti della disciplina relativa agli enti del Terzo settore, in materia di: attività di interesse generale esercitabile dai predetti enti; acquisto della personalità giuridica; revisione legale dei conti; organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale; agevolazioni fiscali in favore dei predetti enti.
 
In particolare, il nuovo testo, tra l’altro: integra l’elenco delle attività di interesse generale esercitabili dagli enti del Terzo settore; chiarisce che, fermo restando il controllo contabile già previsto, l’obbligo di sottoporsi a revisione legale dei conti sussiste solo per gli enti del Terzo settore di maggiori dimensioni e che, per previsione statutaria, l’ente del Terzo settore può affidare la revisione legale dei conti, quando essa sia obbligatoria, all’organo di controllo interno, a condizione che in tale organo di controllo sia presente un revisore legale iscritto nell’apposito registro; prevede che le organizzazioni di volontariato di secondo livello devono avvalersi in modo prevalente dell’attività di volontariato delle persone fisiche associate alle organizzazioni di primo livello che ne compongono la base sociale; aumenta di quattro unità il numero dei componenti del Consiglio nazionale del Terzo settore, al fine di assicurare una più ampia rappresentanza degli enti, comprese le reti associative.
 
In materia fiscale, si prevedono integrazioni e correzioni concernenti, tra l’altro, la definizione della platea degli enti destinatari delle misure agevolative, anche con riferimento agli Enti filantropici.
 

Protezione dei consumatori europei: giocattoli e automobili in cima alla lista dei prodotti pericolosi individuati

european commissionLa Commissione europea pubblica oggi la sua relazione sul sistema di allarme rapido per i prodotti pericolosi relativa al 2017. La relazione indica che nel 2017 le autorità nazionali hanno usato il sistema di allarme rapido con maggiore frequenza effettuando oltre 2 000 segnalazioni di prodotti pericolosi attraverso questo sistema. In cima alla lista dei prodotti pericolosi individuati e ritirati dal commercio figurano i giocattoli, ad esempio diversi modelli dei diffusissimi spinner antistress, le automobili e i motocicli.

Leggi tutto...

Ue, arriva strategia per finanza 'green' e sostenibile.

finanza greenBruxelles rivedrà anche requisiti prudenziali banche coinvolte.
Per realizzare un sistema finanziario che aiuti lo sviluppo sostenibile e combatta i cambiamenti climatici, la Commissione Ue ha presentato una strategia che prevede, tra le altre cose, di creare marchi Ue per i prodotti finanziari 'green' e di rivedere i requisiti prudenziali per le banche quando sostengono investimenti di questo tipo.

Leggi tutto...

Monito Ue, social facciano di più per rispettare consumatori

social networkCambiamenti ma non abbastanza da Facebook, Google e Twitter. I social devono fare di più per adeguarsi alle norme Ue che tutelano i diritti dei consumatori, nonostante i miglioramenti degli ultimi mesi. E' il messaggio lanciato dalla Commissione europea, che ha contestualmente pubblicato gli impegni volontari assunti da Facebook, Twitter e Google+ per allinearsi con le norme europee, e che porteranno già benefici a 250 milioni di cittadini europei.

Leggi tutto...

Energia: Osservatorio povertà Ue, Italia tra Paesi indietro 14,6% ha difficoltà a scaldare, 9,1% ritardo nelle bollette, 14% i morti in più in inverno.

poverta energeticaL'Italia è tra i Paesi europei dove le famiglie hanno più difficoltà a scaldare le proprie case e a pagare le bollette di luce e gas. E' quanto emerge dai dati dell'Osservatorio Ue sulla povertà energetica, un'iniziativa lanciata oggi che per la prima volta raccoglie online in modo aggregato e comparabile i dati di tutti i Paesi europei relativi ai diversi aspetti del problema. Anche senza essere 'maglia nera' in nessuno degli indicatori, l'Italia si posiziona comunque nella fascia medio-bassa della classifica europea.

Leggi tutto...

Polizze dormienti, l'Ivass risveglia 15 mila contratti.

soldiOltre 1,5 miliardi ai beneficiari.  Il test dell'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni: incrociata una parte dei dati delle compagnie sulle polizze "dimenticate" con quelli dell'Agenzia delle Entrate. Il 76% è già stato pagato ai beneficiari. Da marzo via all'incrocio integrale su oltre 4 milioni di polizze.

Leggi tutto...

Settore alimentare: la Commissione europea apre una consultazione pubblica sulla trasparenza

food

Per dar seguito alla sua risposta all'iniziativa dei cittadini europei (ECI) sul glifosato, oggi la Commissione europea apre una consultazione pubblica sulla trasparenza e l'indipendenza delle valutazioni dei rischi e degli studi scientifici, basata anche sulla valutazione in atto della legislazione alimentare generale.

Il Commissario per la Salute e la sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis ha dichiarato: "La Commissione rispetta l'impegno assunto in risposta all'ECI e ha avviato un processo volto ad accrescere la fiducia nelle valutazioni scientifiche dell'UE nel campo della sicurezza alimentare. Invito tutte le parti interessate (ONG, operatori del settore e autorità pubbliche) a partecipare alla consultazione.

Leggi tutto...

Agevolazioni fiscali per abbonamenti Tpl.

tplIl Trasporto pubblico locale sta cambiando. Al via agevolazioni fiscali per abbonamenti Tpl. Con la Legge di Bilancio 2018 sono previste agevolazioni fiscali per gli utenti del trasporto pubblico locale.

Leggi tutto...

Turismo: Astoi,regole Ue pacchetti-viaggi si applicano da 1/7. A lavoro con Mibact su decreto attuativo

turismo UELe regole Ue che offrono più tutele per chi acquista i pacchetti-vacanza, anche se il termine ultimo per recepirle era il primo gennaio, saranno di effettiva applicazione in Italia solo dal primo luglio. E' quanto precisa Astoi Confindustria Viaggi a riguardo della direttiva europea che, tra gli elementi chiave, prevede per i consumatori la possibilità di cancellare il viaggio o di trasferirlo a un'altra persona effettuando il cambio nome. "La direttiva europea sui pacchetti turistici 2015/2320, il cui termine di recepimento era fissato per il 1 gennaio 2018, entrerà in vigore effettivamente nel nostro Paese dal primo luglio 2018, abrogando la vecchia direttiva 90/314, ossia l'attuale normativa che disciplina la materia", spiega Astoi.

Leggi tutto...

Seguici su: facebook twitter youtube linkedin flickr

 

ASVIS

 

Ultimi Eventi

La corretta informazione …

Roma, giovedì 31 maggio 2018 – Ore 10.00/13.0...

Dalla sharing alla social…

 CON LA MEDAGLIA DEL PRESIDENTE D...

AGENDA ONU 2030 La Sosten…

Roma - martedì 30 maggio 2017 - h 9,30...

ciriesco new

consumer right banner it-180x150

investi-responsabilmente



Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.