NEWS

Tutela dei consumatori: pratiche di manipolazione online riscontrate in 148 negozi online su 399 controllati

1 Febbraio 2023
  La Commissione europea e le autorità nazionali per la tutela dei consumatori di 23 Stati membri, Norvegia e Islanda (rete CPC), hanno pubblicato i risultati di un'indagine a tappeto dei siti web del commercio al dettaglio. Il controllo ha riguardato 399 negozi online di vendita al dettaglio di prodotti tessili ed elettronici e si è... [continua]

Von der Leyen presenta il nuovo Green Deal Industrial Plan.

1 Febbraio 2023
Un fondo sovrano comune entro l'estate e aiuti di Stato nel breve termine: sono i due pilastri del nuovo Green Deal Industrial Plan presentato dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Il collegio dei commissari ha approvato la comunicazione che ne delinea priorità e contorni, e che sarà sul tavolo del Consiglio europeo... [continua]

Azioni rappresentative collettive. AACC: modifiche a schema decreto legislativo

31 Gennaio 2023
Lo schema di decreto legislativo che recepisce la direttiva (UE) 2020/1828 sulle azioni rappresentative collettive a tutela dei consumatori è ora all’esame del Parlamento con un timing serrato. Le azioni rappresentative, collocate nel Codice del consumo, partiranno dal 25 giugno 2023 e viaggeranno in parallelo con le azioni di classe,... [continua]

Nasce il Laboratorio di competenze “Energy Community Training Lab”

19 Gennaio 2023
ECT Lab è il Laboratorio di competenze promosso da Consumatori, Imprese, Università e Istituzioni, per fare rete, condividere esperienze, fare informazione e formazione nei territori, sul tema delle Comunità Energetiche. [continua]

Presentato Rapporto ASviS Territori: "politica del rinvio non più accettabile"

12 Dicembre 2022
Per contrastare i divari territoriali in aumento servono coerenza delle politiche e processi democratici. Il Pnrr è cruciale per aiutare nella transizione.  [continua]

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro Urso, ha approvato, in via preliminare, il decreto legislativo che recepisce la direttiva europea sulla class action, in tempo utile per il termine del 10 dicembre.

Il decreto istituisce un apposito elenco che verrà tenuto dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy a cui spetterà la verifica dei requisiti degli enti e associazioni dei consumatori per essere legittimati.

“Così si tutelano i consumatori, che potranno agire anche verso imprese fuori dai confini nazionali in maniera più agevole perché chi sarà legittimato potrà agire anche a livello transfrontaliero per difendere meglio i loro interessi” commenta il ministro Adolfo Urso.

Tale decreto modifica il Codice del Consumo, introducendo una nuova azione a tutela degli interessi collettivi e dei diritti individuali dei consumatori, che si affianca alla class action di cui all’art. 840 bis cpc e all’azione inibitoria di cui all’art. 840 sexiesdecies cpc, mutuandone diversi aspetti procedurali sia pur con le proprie specificità: tra le altre la possibilità di esperire congiuntamente la domanda inibitoria e quella risarcitoria, nonché in relazione alla prima, l’esenzione dell’associazione dall’onere della prova su colpa o dolo del professionista od anche sul pregiudizio subito dal consumatore.

Il quadro della nuova tutela per i consumatori è completato dall’obbligo per le associazioni di dare pubblicità dell’azione e al suo stato di avanzamento, sul proprio sito web, nonché dall’effetto interruttivo che discende dalla notifica della domanda giudiziaria sui diritti vantati dai singoli consumatori per effetto nei neo introdotti provvedimenti compensativi.

Il decreto adesso andrà alle commissioni parlamentari per il prescritto parere, prima dell’approvazione definitiva.

https://www.mise.gov.it/

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio