NEWS

UE, Von der Leyen: Il potere delle Big Tech va limitato democraticamente.

21 Gennaio 2021
La libertà d’espressione è regolata dalla legge, non dai manager. “Siamo chiari: in Europa siamo per l’innovazione, perché senza innovazione non ci sarà un domani. Ma abbiamo assistito al potere incontrollato dei colossi del Web. Bisogna che limitiamo questo potere, in modo democratico”. Lo ha sottolineato, riporta Adnkronos, la presidente... [continua]

Sanzione di 10 mln a TicketOne per abuso di posizione dominante

19 Gennaio 2021
Il gruppo ha attuato una complessa strategia volta a precludere agli operatori concorrenti la vendita di un alto numero di biglietti per eventi live di musica leggera. Danni anche ai consumatori che non hanno potuto beneficiare di servizi migliori e prezzi inferiori praticati da altri operatori di ticketing L’Autorità Garante della Concorrenza e... [continua]

L’Autorità apre il cantiere della bolletta 2.0: dalle voci di spesa alla terminologia, ecco cosa cambierà

18 Gennaio 2021
L’Arera avvia un procedimento di modifica per allineare la disciplina della bolletta 2.0 alle più recenti innovazioni tecnologiche e regolatorie.  L’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera) apre ufficialmente il cantiere per aggiornare la bolletta 2.0, lo strumento introdotto nel 2014 per aumentare la trasparenza delle bollette... [continua]

ART E ADM STIPULANO PROTOCOLLO D’INTESA TRIENNALE

15 Gennaio 2021
Il Presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti (ART), Nicola Zaccheo e il Direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM), Marcello Minenna, hanno firmato ieri un protocollo d’intesa della durata di tre anni con cui si definisce il quadro della collaborazione tra l’Autorità e l’Agenzia, avviando così un percorso condiviso e una sinergia... [continua]

Pubblicato il Decreto MISE sull'approvazione del Modello elettronico per l'offerta del contratto base di assicurazione obbligatoria rca

12 Gennaio 2021
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il Decreto del 4 gennaio 2021 che definisce lo standard informativo comune su cui si baserà l’offerta del “contratto base” fornito mediante i siti internet delle imprese nonché mediante il servizio del Nuovo preventivatore pubblico, in fase di predisposizione da parte dell’IVASS. [continua]

Acf ha accolto 65% ricorsi, 28,5 milioni di euro risarciti. Aumentano nel 2020 le decisioni in favore dei risparmiatori, quasi raddoppiato il volume dei risarcimenti, e cresce il numero dei ricorsi. Sono alcune delle indicazioni dell'attività dell'Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) nell'anno dell'emergenza sanitaria da Covid, che ha visto un ulteriore consolidamento del ruolo dell'organismo di risoluzione stragiudiziale delle controversie tra piccoli investitori e intermediari, operativo presso la Consob dal 2017.

Le aree di maggiore criticità si confermano essere quelle relative all'informativa messa a disposizione dei clienti all'atto dell'investimento e alle situazioni di illiquidità di titoli diffusamente collocati negli anni scorsi tra investitori retail, che hanno reso di fatto impossibile per molti risparmiatori dismettere le partecipazioni detenute, che spesso hanno visto un notevole decremento di valore rispetto all'investimento iniziale.
Sono 1.772 i ricorsi pervenuti l'anno scorso all'Arbitro (+5,6% sul 2019) e sale così a 7.113 il numero complessivo dei ricorsi dei risparmiatori nel primo quadriennio di attività (2017/2020).

Superiore ai 100 milioni il valore complessivo dei risarcimenti richiesti nel 2020, oscillanti tra un minimo di 94,66 e un massimo di 500.000 euro, ossia il limite di competenza per valore dell'Acf. Il valore medio delle singole controversie è stato di poco inferiore ai 60.000 euro, in linea con gli anni precedenti mentre il valore complessivo dei risarcimenti richiesti nel quadriennio ha superato la soglia dei 400 milioni.
Sono stati conclusi 1.514 procedimenti (+13,2%), 5.267 le pronunce nel quadriennio.

Il Collegio ha tenuto 53 riunioni (46 nel 2019), prendendo 1.060 decisioni (da 853), di cui il 65% di accoglimento dei ricorsi, con un balzo del 10% rispetto al dato 2019. Quasi raddoppiato (+81,5%) il valore complessivo dei risarcimenti riconosciuti a favore dei risparmiatori: 28,5 milioni nel 2020 a fronte dei 15,7 milioni del 2019. Sale così a 84,4 milioni il totale dei risarcimenti riconosciuti dal 2017 ad oggi, con una media pro-capite pari a circa 40.000 euro. 

www.ansa.it 

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio