NEWS

Dieselgate: Volkswagen deve risarcire clienti.

25 Maggio 2020
Lo ha deciso la Corte federale di Cassazione tedesca.  Volkswagen è tenuta a risarcire i suoi clienti. È quello che ha deciso la Corte federale di Cassazione tedesca, nell'ambito del processo sul dieselgate. I consumatori sono però obbligati a detrarre i km percorsi dalla somma in denaro che riceveranno. [continua]

Ok della Commissione Ue a Strategie biodiversità e 'Farm to Fork'

21 Maggio 2020
Caratterizzeranno le politiche dell'Unione in materia di biodiversità e di alimentazione fino al 2030. La Commissione europea approva le Strategie per la biodiversità e “Farm to fork” che caratterizzeranno le politiche dell'Unione in materia di biodiversità e di alimentazione fino al 2030 e che costituiscono elementi chiave del Green Deal... [continua]

Covid-19: aggiornate le linee guida sul Tpl

21 Maggio 2020
Vengono introdotte alcune novità per aumentare la capienza dei mezzi pubblici in condizioni di sicurezza. Aggiornate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le “Linee guida” del trasporto pubblico per le modalità di informazione agli utenti e le misure organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19 che sono in... [continua]

I fondi sostenibili resistono alla crisi del Covid-19

21 Maggio 2020
Rapporto BlackRock: nel primo trimestre raccolti nel mondo 40,5 miliardi $ (+41%) . Più forti nella crisi gli investimenti attenti ad ambiente, politiche sociali e governance. I fondi sostenibili sconfiggono il Covid-19 sul versante della raccolta di nuovi investimenti e su quello delle performance. È quanto emerge dalla ricerca del gruppo... [continua]

Sviluppo sostenibile: l’ASviS lancia ASviSlive, tre eventi online per avvicinarsi al Festival dello sviluppo sostenibile, e il sito “FUTURA network”

19 Maggio 2020
Il 21 maggio alle ore 15:30 si terrà il primo evento in diretta streaming “Orientare le scelte, disegnare il futuro” sull’importanza di pensare e progettare ora un futuro sostenibile. Verrà presentato il nuovo sito “FUTURA network”, piattaforma creata dall’ASviS per stimolare la riflessione sui futuri possibili a partire dai temi proposti... [continua]

Gli Stati membri hanno due anni per recepire la direttiva. Rafforzare le norme dell'Ue in materia di protezione dei consumatori, in linea con gli sviluppi del digitale. È lo scopo della nuova normativa europea entrata in vigore oggi. "Le regole aumenteranno la protezione dei consumatori nel mondo digitale", ha sottolineato la vicepresidente della Commissione Ue con delega ai valori e alla trasparenza, Vera Jourova. "Ma le norme - ha avvertito - non proteggeranno i consumatori da commercianti disonesti e truffatori online se non saranno attuate in modo rigoroso". Ecco perché "incoraggio tutti gli Stati membri a garantire che siano applicate senza ritardi".

Gli Stati membri hanno infatti a disposizione due anni per recepire la direttiva Ue nelle loro legislazioni nazionali. Le nuove regole puntano a garantire una maggiore trasparenza dei mercati online, dove sarà più chiaro se i prodotti sono venduti da un commerciante o da un privato, e dove sarà proibita la pubblicazione di false recensioni. Inoltre, spiega la Commissione in una nota, i venditori non potranno pubblicizzare falsi sconti o promozioni, mentre i siti per la comparazione dei prezzi dovranno informare i consumatori sui criteri da loro utilizzati. Infine, le nuove regole dovrebbero garantire il risarcimento a chi è colpito da pratiche commerciali sleali, imponendo sanzioni in caso di situazioni che colpiscono larghe fasce di consumatori nell'Ue. 

www.ansa.it/europa 

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio