Intervista a Carlo Corazza

Portavoce della Commissione Europea per l’Industria e l’Imprenditorialità

Quali sono gli ostacoli principali all’approvazione del Regolamento sul Made in?
Il Parlamento europeo si è appena espresso nettamente a favore delle nuove norme che permetteranno di migliorare la sicurezza dei prodotti di consumo che circolano nel mercato interno dell’Unione (anche quelli importati da paesi extra- UE) e aumenteranno la vigilanza del mercato su tutti i prodotti non alimentari. Siamo soddisfatti che gli europarlamentari abbiano votato a favore di queste nuove misure, proposte dalla Commissione, per rendere i prodotti più sicuri e conformi, proteggendo sia i consumatori dai rischi sanitari sia le imprese dalla concorrenza sleale. Una vigilanza del mercato coerente in tutta l’UE è necessaria per impedire la presenza di punti deboli che minacciano l’interesse pubblico e creano condizioni commerciali non equilibrate. Ora ci aspettiamo che anche il Consiglio dia la sua approvazione. Infatti, la proposta sarà trasmessa agli Stati membri per l’approvazione definitiva. In seguito all’adozione del Consiglio, la nuova normativa dovrebbe entrare in vigore nel 2015. Le norme saranno applicate dalle autorità nazionali responsabili della vigilanza del mercato nei paesi dell’UE.

Cosa cambierà nel mercato europeo? C’è il rischio che l’obbligo faccia alzare i prezzi di alcuni prodotti?
Sarà più facile rimuovere dal mercato i prodotti industriali pericolosi e ci sarà una migliore tracciabilità di questi prodotti. Inoltre, i fabbricanti e gli importatori dovranno garantire che i prodotti (o i loro imballaggi) rechino l’indicazione del rispettivo paese d’origine. Per i prodotti fabbricati nell’UE, le imprese potranno scegliere di indicare un determinato paese dell’UE o “UE” quale luogo di origine. Questo non comporterà alcun onere aggiuntivo, anzi per i produttori le nuove norme significheranno una riduzione dei costi di adeguamento, un vantaggio ancora più netto per le PMI. I consumatori invece beneficeranno di prodotti sicuri e conformi in tutta l’UE con un livello di protezione ancor più elevato. Ciò significa maggiore fiducia dei consumatori nel mercato interno.

Cos’altro prevede il Regolamento sulla sicurezza dei prodotti?
Tutti noi beneficeremo di un’unica serie di norme coerenti per la vigilanza del mercato, che offrono strumenti più efficaci per consentire agli organismi nazionali di vigilanza di far rispettare la sicurezza e di adottare misure contro i prodotti pericolosi e non conformi. Ciò si traduce in prodotti sicuri e conformi in tutta l’UE con un livello di protezione ancora più elevato, consentendo un maggiore fiducia dei consumatori nel mercato interno.


Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.