logo edisonlogo sorgenia webSiglato il primo protocollo di autoregolazione, condiviso con le Associazioni dei Consumatori del CNCU, che prevede azioni aggiuntive rispetto alla normativa di settore:
 
 
 aumento delle “chiamate di conferma”;
 più attività di formazione della forza vendita;
 sanzioni per i venditori scorretti;
 blocco delle fatturazioni in caso di reclami;
 compensazione economica del consumatore in caso di mancato adempimento.
 
Un Osservatorio costituito insieme alle Associazioni dei Consumatori garantirà il rispetto del protocollo.
 
Milano, 4 dicembre 2012 – Edison e Sorgenia, due tra i principali operatori nel mercato libero dell’energia, hanno sottoscritto un Protocollo di Autoregolazione Volontaria per contrastare il fenomeno delle attivazioni e dei contratti non richiesti di forniture di energia elettrica e di gas naturale. Il documento, che sarà in vigore dall’inizio del 2013, rappresenta una vera novità per il settore e impegna le due società a garantire ulteriori misure rispetto agli obblighi già previsti dalla regolazione, in tutte le fasi del processo di acquisizione di un nuovo cliente e di attivazione di una nuova fornitura. L’obiettivo, condiviso con le Associazioni dei Consumatori del CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti), che hanno contribuito alla stesura del documento, è assicurare la massima tutela dei consumatori.
 
In dettaglio, il Protocollo prevede l’aumento dei tentativi di “chiamata di conferma” per verificare l’effettiva volontà di sottoscrizione del contratto da parte del consumatore (sette rispetto ai cinque attualmente stabiliti dal Regolatore). La chiamata di conferma, inoltre, sarà estesa anche ai contratti acquisiti tramite vendita telefonica. Ad ulteriore tutela del consumatore, le società si impegnano ad annullare l’attivazione del contratto in caso di mancata risposta. Inoltre, a seguito di un reclamo per pratica commerciale scorretta, le due società si impegnano a bloccare l’emissione di eventuali fatture fino al termine delle verifiche necessarie.
 
Edison e Sorgenia applicheranno sanzioni pecuniarie e disciplinari nei confronti della propria forza vendita in caso di pratiche commerciali scorrette; inoltre, nell'ottica di prevenire tale fenomeno, rafforzeranno ulteriormente l’attività di formazione e sensibilizzazione degli agenti. L’attuazione del Protocollo sarà garantita da organi di monitoraggio interni e da un Osservatorio, che vedrà la partecipazione delle Associazioni dei Consumatori. Infine, in caso di mancato rispetto del documento, le società si impegnano a corrispondere una compensazione monetaria in favore del consumatore per il disagio subito.
 
“La sottoscrizione del Protocollo è un’ulteriore tappa verso la più completa tutela del consumatore – dice Alessandro Zunino, Amministratore Delegato di Edison Energia. Molti degli obblighi che il Regolatore ha previsto nella Delibera 153, erano già stati spontaneamente messi in atto o addirittura superati da Edison Energia. Il nostro impegno è stato quello di migliorare quindi un percorso già avviato e diventare così un riferimento virtuoso per l'eliminazione del fenomeno dei contratti non richiesti".
 
“Con questo protocollo – commenta Riccardo Bani, direttore generale di Sorgenia – vogliamo dimostrare l’impegno della nostra azienda a combattere il fenomeno delle pratiche commerciali scorrette, che danneggia ingiustamente i consumatori ma anche noi operatori che lavoriamo quotidianamente sul mercato in modo serio e professionale cercando di fornire un servizio soddisfacente ai nostri clienti. Siamo convinti che questo documento rappresenti un segnale concreto a tutela dei consumatori e possa anche essere da stimolo per tutto il settore”.
***
 
Contatti:
 
Edison Ufficio Stampa: tel +39 02 6222 7331; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Le news Edison in tempo reale su www.edison.it e twitter.com/EdisonNews 
Sorgenia  Gruppo Cir: tel.: +39 02 722701; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diesis Group: tel. +3902626931; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cirgroup.com  / www.sorgenia.it 
agcomCon la delibera n. 402/10/CONS del 22 luglio 2010, l’Autorità ha disposto l’avvio della
indagine conoscitiva sul settore della raccolta pubblicitaria, ai sensi dell’articolo 6, comma c),
lett. 1 e 3, della legge n. 249/97, nonché dell’articolo 10, comma 2, del Testo Unico sulla
radiotelevisione (Decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, così come modificato dal Decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 44, di seguito TUSMAR).
 

europa  istituzionaleBruxelles, la Commissione europea ha adottato un piano per un'Unione economica e monetaria autentica e approfondita che descrive la visione di un’architettura solida e stabile in campo finanziario, fiscale, economico e politico.
 

aeegL'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha il piacere di annunciare che lunedì 3 dicembre, presso il Centro Congressi Auditorium, in Via Corridoni 16, Milano si terrà la Conferenza Nazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici.
 

consobVenerdì, 23 novembre 2012, ore 9:15-13:30 - Consob – Auditorium Via Claudio Monteverdi, 35 – Roma.
 

donna aprile 11Il Presidente della Commissione Parlamentare di Vigilanza dei servizi radiotelevisivi, On. Sergio Zavoli, ha inviato all'Appello Donne e Media una lettera (in allegato) in cui si congratula per il primo importante frutto prodotto dalla nostra azione. 
 

epaymentTelecom Italia, Vodafone, Wind, 3 Italia e Postemobile annunciano accordo per lo sviluppo di una Sim che sarà il cardine del sistema e permetterà di gestire ogni aspetto di sicurezza.
 
Gli operatori mobili italiani - Telecom Italia, Vodafone Italia, Wind, 3 Italia e PosteMobile - uniscono le forze con l’obiettivo di creare un ecosistema che permetta un’ampia diffusione e fruibilità dei servizi di pagamento contactless tramite smartphone.
 

a2aA2A lancia la campagna di comunicazione “Sostenibilità. Ascoltare per migliorare”. La campagna sarà promossa per un mese sui principali media, sia della carta stampata che del web.
 
 
 

logo centromarcaMilano 18 ottobre 2012.  La ricerca mostra come il passaggio che l’economia sta attraversando sia particolarmente oneroso per le famiglie, ponendo a carico di queste i costi non solo della recessione in corso, ma anche parte degli oneri della crisi del 2008-2009, inizialmente assorbita dal bilancio pubblico e dalla contrazione dei margini di profitto. Si illustra anche l’effetto dei rincari del petrolio sul reddito disponibile delle famiglie, proponendone una quantificazione dell’impatto sull’inflazione; allo stesso modo si illustra come la politica fiscale abbia sostenuto gli aumenti del prezzi attraverso i rincari delle accise e delle imposte indirette, penalizzando in tal modo l’andamento del potere d’acquisto.
 

a2aprogetto scuole27 siti produttivi visitabili, dai termovalorizzatori alle dighe, oltre 16.000 gli studenti che hanno aderito all’iniziativa lo scorso anno. Con l’inizio dell’anno scolastico, riparte il Progetto Scuola a2a. Da oltre trent’anni le società del gruppo A2A sviluppano progetti didattici in collaborazione con il mondo della scuola, per promuovere tra i giovani la crescita di una cultura rispettosa dell’ambiente e dar loro la possibilità di approfondire la conoscenza delle tante realtà produttive di A2A.

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio