cese consumer day 2013In 2013 the European Consumer Day is coming back to Brussels. The 15th edition of the event will be held in the EESC premises on 14 March 2013 and will focus on issues related to product safety and market surveillance.
 

consobNell'ambito dell'accordo di collaborazione con l'Assoreti, il Centro Arcelli per gli Studi Monetari E Finanziari (CASMEF) della LUISS ha elaborato una ricerca finalizzata a fornire un contributo metodologico alla redazione di questionari per la profilatura della clientela, in linea con i più recenti orientamenti dell’ESMA in materia di adeguatezza degli investimenti e con le valutazioni espresse in un recente Discussion Paper della Consob su “La rilevazione della tolleranza al rischio degli investitori attraverso il questionario” a cura di Nadia Linciano e Paola Soccorso.
 

agcomDisponibile sul portale www.agcom.it/decoder la classificazione di TV e decoder per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale. Per favorire una scelta più consapevole dei consumatori nell’acquisto di televisori e decoder per la ricezione dei programmi televisivi in tecnica digitale, da oggi è possibile conoscere, collegandosi al portale www.agcom.it/decoder, quali sono i modeli in commercio classificati dai produttori secondo le indicazioni contenute nella delibera n. 255/11/CONS dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. 
 

european commissionDGSANCOThe 2013 Annual Work Programme in the area of Consumer Policy has been adopted on 4 December 2012.
 

immagini amicheInvia, entro il 31 gennaio 2013, la tua segnalazione un'immagine pubblicitaria, uno spot, un sito web o una trasmissione televisiva non lesive per l'immagine della donna sul sito www.premioimmaginiamiche.it 
 

povertàGli italiani stanno diventando sempre più poveri e lo confermano ormai tutti i dati. Dal Rapporto sulla coesione sociale pubblicato ieri dall’Istat, Inps e Ministero del Lavoro, emerge che l’indicatore sintetico “Europa 2020”, che considera le persone a rischio di povertà o di esclusione sociale, è cresciuto del 3,3% in un anno (percentuale più alta tra i paesi europei), passando dal 26,3% del 2010 al 29,9% del 2011. E siamo ben al di sopra della media europea. Nel 2011 le famiglie in condizione di povertà relativa in Italia erano 2 milioni 782 mila, cioè l’11,1% delle famiglie residenti, corrispondenti a 8 milioni 173 mila individui poveri (il 13,6% dell’intera popolazione).
 

avcp“Bando tipo”, standardizzazione e trasparenza nelle gare di appalti pubblici.  Seminario on line Giovedì 13 dicembre 2012 - ore 12.30 - 14.00. Avcp e ForumPa hanno organizzato il webinar per illustrare le novità contenute nella Determinazione n° 4 del 10 ottobre 2012 “Bando tipo. Indicazioni generali per la redazione dei bandi di gara ai sensi degli articoli 64, comma 4-bis e 46, comma 1-bis, del Codice dei contratti pubblici”, contenente l’indicazione delle cause di esclusione.
 

censisQual è la situazione sociale dell’Italia nel 2012? Siamo un Paese alla prova della sopravvivenza, dove gli abitanti vivono “separati in casa” rispetto alle istituzioni politiche e si sentono abbandonati nella ricerca di “affannose strategie di sopravvivenza”. Gli italiani hanno paura del futuro più che incerto e reagiscono alla crisi con “difese strenue” come la vendita di oro e oggetti preziosi o il ritorno all’orto. Il 46° Rapporto annuale del Censis, presentato oggi a Roma, lascia poco all’immaginazione: stiamo vivendo una crisi “perfida”. 
 

logo edisonlogo sorgenia webSiglato il primo protocollo di autoregolazione, condiviso con le Associazioni dei Consumatori del CNCU, che prevede azioni aggiuntive rispetto alla normativa di settore:
 
 
 aumento delle “chiamate di conferma”;
 più attività di formazione della forza vendita;
 sanzioni per i venditori scorretti;
 blocco delle fatturazioni in caso di reclami;
 compensazione economica del consumatore in caso di mancato adempimento.
 
Un Osservatorio costituito insieme alle Associazioni dei Consumatori garantirà il rispetto del protocollo.
 
Milano, 4 dicembre 2012 – Edison e Sorgenia, due tra i principali operatori nel mercato libero dell’energia, hanno sottoscritto un Protocollo di Autoregolazione Volontaria per contrastare il fenomeno delle attivazioni e dei contratti non richiesti di forniture di energia elettrica e di gas naturale. Il documento, che sarà in vigore dall’inizio del 2013, rappresenta una vera novità per il settore e impegna le due società a garantire ulteriori misure rispetto agli obblighi già previsti dalla regolazione, in tutte le fasi del processo di acquisizione di un nuovo cliente e di attivazione di una nuova fornitura. L’obiettivo, condiviso con le Associazioni dei Consumatori del CNCU (Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti), che hanno contribuito alla stesura del documento, è assicurare la massima tutela dei consumatori.
 
In dettaglio, il Protocollo prevede l’aumento dei tentativi di “chiamata di conferma” per verificare l’effettiva volontà di sottoscrizione del contratto da parte del consumatore (sette rispetto ai cinque attualmente stabiliti dal Regolatore). La chiamata di conferma, inoltre, sarà estesa anche ai contratti acquisiti tramite vendita telefonica. Ad ulteriore tutela del consumatore, le società si impegnano ad annullare l’attivazione del contratto in caso di mancata risposta. Inoltre, a seguito di un reclamo per pratica commerciale scorretta, le due società si impegnano a bloccare l’emissione di eventuali fatture fino al termine delle verifiche necessarie.
 
Edison e Sorgenia applicheranno sanzioni pecuniarie e disciplinari nei confronti della propria forza vendita in caso di pratiche commerciali scorrette; inoltre, nell'ottica di prevenire tale fenomeno, rafforzeranno ulteriormente l’attività di formazione e sensibilizzazione degli agenti. L’attuazione del Protocollo sarà garantita da organi di monitoraggio interni e da un Osservatorio, che vedrà la partecipazione delle Associazioni dei Consumatori. Infine, in caso di mancato rispetto del documento, le società si impegnano a corrispondere una compensazione monetaria in favore del consumatore per il disagio subito.
 
“La sottoscrizione del Protocollo è un’ulteriore tappa verso la più completa tutela del consumatore – dice Alessandro Zunino, Amministratore Delegato di Edison Energia. Molti degli obblighi che il Regolatore ha previsto nella Delibera 153, erano già stati spontaneamente messi in atto o addirittura superati da Edison Energia. Il nostro impegno è stato quello di migliorare quindi un percorso già avviato e diventare così un riferimento virtuoso per l'eliminazione del fenomeno dei contratti non richiesti".
 
“Con questo protocollo – commenta Riccardo Bani, direttore generale di Sorgenia – vogliamo dimostrare l’impegno della nostra azienda a combattere il fenomeno delle pratiche commerciali scorrette, che danneggia ingiustamente i consumatori ma anche noi operatori che lavoriamo quotidianamente sul mercato in modo serio e professionale cercando di fornire un servizio soddisfacente ai nostri clienti. Siamo convinti che questo documento rappresenti un segnale concreto a tutela dei consumatori e possa anche essere da stimolo per tutto il settore”.
***
 
Contatti:
 
Edison Ufficio Stampa: tel +39 02 6222 7331; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Le news Edison in tempo reale su www.edison.it e twitter.com/EdisonNews 
Sorgenia  Gruppo Cir: tel.: +39 02 722701; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Diesis Group: tel. +3902626931; mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cirgroup.com  / www.sorgenia.it 
agcomCon la delibera n. 402/10/CONS del 22 luglio 2010, l’Autorità ha disposto l’avvio della
indagine conoscitiva sul settore della raccolta pubblicitaria, ai sensi dell’articolo 6, comma c),
lett. 1 e 3, della legge n. 249/97, nonché dell’articolo 10, comma 2, del Testo Unico sulla
radiotelevisione (Decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, così come modificato dal Decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 44, di seguito TUSMAR).
 

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio