Raffaele Cantone
Presidente Autorità Nazionale Anticorruzione e per
la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni
pubbliche

Si chiama “whistleblower” il sistema di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti introdotto nel nostro ordinamento con la legge 190 del 2012.

“Chi non denuncia da un punto di vista giuridico non può essere considerato complice, ma lo è da un punto di vista morale” ha affermato Raffaele Cantone, Presidente Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche, sostenendo che è necessario un cambio di mentalità nella pubblica amministrazione.

Dopo la denuncia, l’Autorità svolge un compito di verifica delle affermazioni contenute avvalendosi della collaborazione della Guardia di Finanza: molte segnalazioni riguardano la trasparenza dei siti istituzionali.

 



Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.