Giacomo Carbonari
Responsabile rapporti con i consumatori ANIA

Federico Colosi
Responsabile Associazioni e Stakeholders Relazioni Esterne ENEL

Carbonari: Se c’è un settore in cui le conciliazioni paritetiche fanno più fatica ad imporsi è, senz’altro, quello delle assicurazioni. Per questo motivo, Imprese Assicuratrici e Associazioni dei Consumatori, resesi conti degli scarsi benefici ottenuti con il primo protocollo di conciliazione ANIA – Consumatori, sono corse ai ripari siglando un nuovo accordo che recepisce il modello paritetico nella gestione del singolo caso e nell’impostazione organizzativa della procedura che affida ad un comitato paritetico lo sviluppo dell’iniziativa” ha detto Carbonari sottolineando che le imprese che hanno sottoscritto l’accordo si sono impegnate a dare la massima visibilità all’opportunità che viene offerta dai consumatori.

Colosi: Enel è stata la prima utility italiana a dotarsi di questo strumento nel 2006: la conciliazione rappresenta un importante modello di relazione tra l’azienda e i suoi clienti, che funziona solo nel momento in cui si instaura un rapporto solido, costante e ciclico tra i due attori. Dal 2006 Enel ha concluso 4.700 conciliazioni, delle quali 1.400 solo lo scorso anno. Enel fornisce servizi a 32 milioni di utenti ed è importante che si diffonda una cultura più consapevole, perché la conciliazione paritetica è una strada win-win per risolvere le controversie in maniera rapida, soddisfacente per entrambe le parti e assolutamente gratuita per il cliente. Proprio per rafforzare e migliorare lo strumento, il 26 novembre 2012 l’azienda ha lanciato un nuovo Regolamento di Conciliazione Paritetica online che recepisce le istanze avanzate dalle associazioni, rendendo la procedura più snella, estendendo le tempistiche procedurali e offrendo maggiore flessibilità operativa. Sono previste inoltre compensazioni di tipo economico.

 



Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.