Romolo Giacani
Vice Presidente
Consumers' Forum

Cari lettori e lettrici,
con questo numero riprende la newsletter “Dialogo Aperto” che ha l’obiettivo di informarVi mensilmente sulle attività che svolge Consumers’ Forum. Il 12 aprile scorso, nel corso del convegno “Consumatori: il futuro delle conciliazioni paritetiche, della mediazione e dei reclami”, è stato presentato il Quarto Rapporto sulle Conciliazioni paritetiche curato da Consumers’ Forum con l’obiettivo di fare il punto sullo ‘stato di salute’ dello strumento di risoluzione alternativo delle controversie in materia di consumo a tredici anni dalla nascita dell’Associazione.

 Leggi tutto...
Pierfrancesco Bartolucci
Ricercatore di Istituzioni
di Diritto Privato - Università degli Studi di Napoli Parthenope
Antonietta Boselli
Segretario Generale Assoutenti
Christoph Decker
DG SANCO, Commissione Europea
Il Quarto Rapporto sulle conciliazioni paritetiche curato da Consumers’Forum non può limitarsi ad una mera elencazione dei dati quantitativi ma deve essere l’occasione per un bilancio sull’intero sistema di risoluzione alternativa delle controversie. E’ necessario, quindi, abbandonare i dati statistici e fare qualche riflessione perché i dati statistici che sono emersi quest’anno vanno, più che mai, contestualizzati. Nel 2012 le domande di conciliazione paritetica sono state 17.626: in cima ai settori si confermano le tlc (69%), seguite da energia (16%), servizi postali (8%), trasporti e mobilità (5%) e servizi bancari e finanziari (2%).

A partire dalla prima esperienza pilota ad oggi, la stima delle conciliazioni gestite secondo il modello paritetico (modello sottostimato in quanto, come per le pre­cedenti edizioni del rapporto...

Prima di entrare nel dettaglio della nuova direttiva sulle Alternative Dispute Resolution (ADR), è opportuna qualche notizia sullo scenario europeo. In Europa oggi abbiamo 750 enti di ADR che hanno gestito, nel 2008, 530 mila controversie sorte tra consumatori e operatori commerciali. Questi enti sono molto diversi tra loro: possono essere pubblici o privati.
   Leggi tutto...    Leggi tutto...    Leggi tutto...

 



Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.