La battaglia dell’Europa inizia dal consumatore: campagna “Troppo bello per essere vero”

La lotta alla contraffazione parte dalla sensibilizzazione del consumatore, che è il soggetto più importante per interrompere il circuito illegale: se il prodotto falso non viene acquistato, non viene più prodotto. Questo è il concetto alla base della campagna informativa “Troppo bello per essere vero. La verità sul prezzo dei prodotti falsi”, lanciata dal Vicepresidente della Commissione UE responsabile per l’industria e l’imprenditoria Antonio Tajani. La campagna sottolinea come la contraffazione “sia un pessimo affare” per tutti e, per sradicarlo, c’è bisogno che tutti i livelli di controllo del territorio lavorino insieme. L’idea della Commissione Europea è quella di partire dai cittadini, informandoli su tutti i lati oscuri della contraffazione: è stato elaborato un opuscolo in cui vengono elencati tutti i rischi per la salute e i danni all’economia. Ma bisogna anche arrivare ad una normativa più severa per fermare i mercati illegali.

Campagna Troppo bello per essere vero


Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.